Influenzanet is a system to monitor the activity of influenza-like-illness (ILI) with the aid of volunteers via the internet

http://influenzanet.info/

Epiwork Logo
Developing the framework for an epidemic forecast infrastructure.
http://www.epiwork.eu/

The Seventh Framework Programme (FP7) bundles all research-related EU initiatives.

7th Framework Logo
Participating countries and volunteers:

The Netherlands 0
Belgium 0
Portugal 1280
Italy 4881
Great Britain 0
Sweden 3559
Germany 0
Austria 0
Switzerland 1416
France 4886
Spain 1038
Ireland 155
Denmark 3199
InfluenzaNet is a system to monitor the activity of influenza-like-illness (ILI) with the aid of volunteers via the internet. It has been operational in The Netherlands and Belgium (since 2003), Portugal (since 2005) and Italy (since 2008), and the current objective is to implement InfluenzaNet in more European countries.

In contrast with the traditional system of sentinel networks of mainly primary care physicians coordinated by the European Influenza Surveillance Scheme (EISS), InfluenzaNet obtains its data directly from the population. This creates a fast and flexible monitoring system whose uniformity allows for direct comparison of ILI rates between countries.

Any resident of a country where InfluenzaNet is implemented can participate by completing an online application form, which contains various medical, geographic and behavioural questions. Participants are reminded weekly to report any symptoms they have experienced since their last visit. The incidence of ILI is determined on the basis of a uniform case definition.

Hide this information

Attività influenzale ancora bassa ma si prevede un aumento dei casi nelle prossime settimane

In Italia l'attività influenzale è ancora bassa, prossima ai livelli di base. Secondo i dati inseriti dai nostri utenti nella seconda settimana di sorveglianza risulta che l'incidenza di sintomi influenzali tra i nostri volontari è intorno al 2 %.
Anche nel resto d'Europa, secondo i dati riportati dalle nostre piattaforme gemelle di Influenzanet (http://www.influenzanet.eu/), in accordo con quelli divulgati dall'ECDC (European Center for Disease Control), l'attività influenzale sotto la soglia epidemica, anche se alcuni paesi, come Francia, Austria, Germania e Svezia, riportano contagio locale di influenza ma nessun trend geografico.
Sempre secondo i dati dell'ECDC, in questo momento il virus dominante tra i casi analizzati è quello tipo A, con il 97.3% (contro quelli di tipo B pari al 2.7%). Tra i virus di tipo A il ceppo pandemico A(H1N1) non e' quello dominante, presente solo nell'1%% dei casi, mentre il restante 99%% dei casi sono del ceppo A(H3N1).

L'influenza, in Italia come in Europa, quest’anno si è fatta attendere, complici soprattutto le belle giornate nel periodo natalizio. Il suo arrivo è stato posticipato di qualche settimana ma con la riapertura delle scuole dopo la pausa natalizia ci si aspetta un'impennata nel numero di casi di influenza.  Responsabili dell’impennata nella diffusione del virus saranno le temperature più rigide e il ritorno dei bambini tra i banchi di scuola. Sembrerebbe invece che durante le festività, invece, sia stata molto più diffusa la gastroenterite che ha messo a letto almeno centomila pazienti nella settimana tra Natale e capodanno, con nausea, diarrea e vomito. Questa stagione anomala spostata in avanti di tre settimanenon deve tuttavia far abbassare la guardia. Deve rimanere la massima allerta per i bambini, gli anziani e le categorie più a rischio per il sistema immunitario compromesso da patologie respiratorie e cardiocircolatorie.

Sunday 08 January 2012 06:26:38